Isolamento termico: 3 modi per isolare la tua casa.

Anche se avete affidato i lavori ad una ditta specializzata è preferibile conoscere le modalità dell’isolamento termico per creare un benessere termoigrometrico, e conoscere in linea generale  le 3  tecniche più utilizzate come:

  1. Isolamento dall’interno
  2. Isolamento dall’esterno
  3. Isolamento nell’intercapedine

Si può affermare che ognuna di queste tecniche influenza in modo evidente il risultato che si otterrà. Vediamo nello specifico come.

 

#1 Isolamento termico interno

L’isolamento dall’interno presenta la non indifferente caratteristica che è un metodo economico per raggiungere l’obiettivo e che non diminuisce in modo significativo lo spazio abitabile. E’ un metodo che risulta ottimale per unità immobiliari in complessi condominiali (vista la possibilità di eseguirlo singolarmente) o per edifici storici con facciate esterne da tutelare; le tecniche che si utilizzano sono quelle della controparete con struttura metallica o di controparete preaccoppiata. In questi casi si eliminano i ponti termici dei pilastri ma non quelli delle solette ubicate in piani differenti.

#2 Isolamento termico esterno

L’isolamento dall’esterno è la migliore tecnica per isolare un immobile. E’ suggerita per ambienti continuamente riscaldati (ad eccezione della notte). Con l’isolamento esterno, il calore prodotto durante il giorno attraverso il funzionamento dell’impianto di riscaldamento, si accumula nelle pareti che, lo rilasciano durante le ore notturne quando i caloriferi sono spenti: in questo modo si otterrà un ideale comfort termico. In questo caso, vi è la totale eliminazione di ponti termici prodotti da travi e pilastri ed un notevole risparmio energetico.

Le metodologie utilizzate per l’isolamento esterno sono quelle del sistema a cappotto che si realizza attraverso la posa di pannelli isolanti sulle pareti esterne che vengono poi coperte con uno strato di un particolare intonaco protettivo. E’ questo il metodo più diffuso negli ultimi anni ed è una soluzione ritenuta ideale in caso di ristrutturazioni di superfici verticali esterne sulle quali si deve operare per eliminare il loro degrado. Il processo di coibentazione offre migliori risultati e maggiore resistenza contro il degrado che si ha nel corso del tempo.

#3 Isolamento termico intercapedine

L’intercapedine è lo spazio vuoto fra due elementi di un edificio, e può essere chiusa o ventilata. In questo caso si inserisce del materiale isolante nell’intercapedine (quando presente) della muratura di tamponamento attraverso fori praticati nella parete; tecnica dal costo contenuto e risultato efficiente. Tuttavia, interventi di isolamento dovranno essere effettuati anche su solette e pilastri per ridurre al massimo la dispersione di calore attraverso i ponti termici.


E tu… Hai problemi con l’isolamento termico della tua casa? Scrivi nel form qui sotto e ti rispondiamo subito..