Il dubbio di come scegliere un’impresa edile alla quale affidare i lavori di ristrutturazione del proprio appartamento o dell’immobile che si desidera ristrutturare, può trovare la sua giusta soluzione se si considerano alcuni fattori determinanti. Molte sono le imprese e le ditte che promettono migliori prezzi, lavori accurati e tempi rispettati, ma ci si può fidare di tutte? Meglio scremare il ventaglio dei possibili candidati seguendo questi suggerimenti.

Deve essere tutto nero su bianco da parte sia del richiedente che della ditta che trasmette l’offerta. Che si tratti di una richiesta inviata via e-mail, fax o in altro modo, ricordate di scrivere la data e di specificare il nome della persona alla quale fare riferimento per avere delucidazioni a proposito del preventivo.

Cosa e come volete che venga fatto?

Ricordatevi che dovete essere molto specifici, dettagliati e precisi. Dare tutti i possibili dati alle imprese contattate per un preventivo, evita al massimo la possibilità di equivoci e, soprattutto, di non presentare punti deboli sui quali una ditta poco seria, potrebbe trovare un appiglio per il quale modificare il prezzo. Non fidatevi da chi assume un atteggiamento troppo amicale da pacca sulla spalla che accompagni la classica affermazione che il costo si vedrà in corso d’opera, dando ad intendere che potreste risparmiare. Per questo motivo dovete essere precisi e inoltrare la stessa richiesta ad almeno tre imprese per verificare la loro offerta, avvisandole che state chiedendo anche ad altri. L’elenco delle lavorazioni con le relative quantità dovrebbe sempre essere un documento prodotto da un tecnico (architetto, ingegnere o geometra), che ridurrà al minimo il rischio di imprevisti durante i lavori.

Dettagli progetti e specifiche

Se la ristrutturazione prevista è notevole dovrete commissionare ad un tecnico l’esecuzione di un dettagliato progetto che tenga conto delle norme di costruzione e della sicurezza.
Se è previsto il chiavi in mano dovrete accompagnare la richiesta di preventivo con la lista delle forniture che volete e, ancor meglio, di che tipo e marca: dal pavimento al lavandino, dagli infissi a tutto il resto. Più precisi e specifici siete, meno rischi correte a proposito di ritrovarvi con materiali che non avevate previsto e che mortificano le vostre aspettative. Ricordatevi che, in difetto di ciò, sarà l’impresa edile a scegliere per voi e ne avrebbe tutte le ragioni.

Richiedete in modo specifico quali sono le condizioni generali

Quelli che possono sembrare piccoli particolari possono tramutarsi in noie evitabili ed eventuali aggravi di costi non previsti, meglio sapere se il preventivo include l’assicurazione in caso di incidenti, quali saranno le garanzie sulla qualità delle forniture, quale l’orario di esecuzione dei lavori ect.

Indagate prima

Meglio perdere tempo prima di scegliere una ditta che avere problemi poi. Assicuratevi che state rivolgendo la vostra attenzione ad una vera impresa edile e non ad un mediatore di servizi che si limiterà di fare da ‘passacarte’ guadagnando una percentuale dall’impresa per aver procurato loro del lavoro. Va quindi richiesto un elenco di lavori già eseguiti in modo da verificare la qualità del loro operato e, prima di affidare il lavoro, chiedete il DURC dell’impresa che è un documento che attesta la posizione dell’azienda nei confronti di Inps, Inail ect a proposito della regolarità dei pagamenti. Non superfluo il fatto di accertarsi che la ditta sia in possesso di tutte le competenze in materia di sicurezza e che possa rilasciare tutte le certificazioni necessarie.

Ultima raccomandazione quella di farsi mettere nero su bianco non solo che il prezzo ma anche la data del termine dei lavori, mettendo delle penali per ritardata consegna. E’ un vostro diritto.